Gita a Subiaco

Come commento di questa gita, pubblichiamo dei pensieri dei nostri iscritti e partecipanti alla gita. Franca e Cristiano ringraziano con tanto affetto le signore ed i signori che hanno apprezzato  tutta la giornata.

Cristiano e Franca ringraziamo e tutti insieme felici diciamo:
queste gite frequenti dovete organizzare per poterci tutti quanti ritrovare.

Dopo una lunga salita spericolata, siamo arrivati in cima alla scalinata,
dove stupefatti all’improvviso abbiamo visto un vero Paradiso.
Un paio di passeggere impaurite dall’altezza si  sono lasciare deliziare da cotanta bellezza.

San Benedetto lì per lì abbiamo invidiato sino a quando la sua vita ci hanno raccontato.
La sistemazione dei tavoli è stata una genialata e dopo mormorii di silenzio è partita la chiacchierata.
Anche il tempo è stato bello e non abbiamo usato l’ombrello. Questo è stato detto al ristorante ma dobbiamo ricrederci all’istante.
Mentre aspettavamo il giro con il trenino il cielo si è incupito un pochettino.
E dopo aver mangiato e ben bevuto diciamo grazie ed alla prossima venuta.

Ringraziamo gli organizzatori con calore, per la prossima gita non vediamo l’ora.

ISTANTANEE DELLA GITA. DSCN9567

 

DSCN9540 DSCN9538 DSCN9536 DSCN9533 DSCN9534 DSCN9531 DSCN9530 DSCN9528 DSCN9535

DSCN9527 DSCN9526 DSCN9525 DSCN9523 DSCN9517 DSCN9516 DSCN9514 DSCN9513 DSCN9519 DSCN9512

Fede e Scienza: Riflessioni

Nel nostro piccolo abbiamo parlato di “FEDE E SCIENZA”, incontro  promosso dall’Accademia  Permanente degli Studi e delle Arti. Il commento all’incontro, scritto da Marisa Giupponi, sarà pubblicato sul prossimo numero di “Noi…Insieme” in fase di allestimento”.
Cerchiamo di approfondire  ed anche suscitare curiosità proponendovi l’intervista fatta, da Giovanni Pelosini, al prof.  Vittorio Marchi, un insegnante e un ricercatore di fisica. “Da molti anni le sue indagini e i suoi studi sono stati indirizzati verso tematiche normalmente non esplorate dagli scienziati. Studiando le ancora sconosciute potenzialità dell’essere umano, l’energia che permea tutto l’Universo, i misteri della vita e del cosmo, gli archetipi eterni, ha sviluppato uno speciale ambito di ricerca della realtà tra scienza e spiritualità, tra razionalità e misticismo, che rendono la sua vasta conoscenza unica e degna della massima attenzione”.
Cliccate, qui, per leggere tutta l’intervista.

Sembra una curiosità, ma è un fatto scientifico che vale la pena approfondire: Il secondo cervello. Partecipate all’incontro per saperne di più

CI DISPIACE, MA DOBBIAMO RINVIARE QUESTO EVENTO A SETTEMBRE CON DATA DA STABILIRE.

“Il Secondo Cervello è il nome scientifico di ciò che comunemente viene chiamato “cervello della pancia”. Questo cervello interviene sui processi della psiche e comportamento influenzando in maniera preponderante lo stato d’animo, il benessere psicologico, il comportamento, la motivazione. Essendo strettamente collegato ai processi emotivi, il Secondo Cervello, che ha una sua mente e una sua memoria indipendenti dal cervello della testa, accumula le tensioni memorizzate nel tempo creando difficoltà e malesseri che si possono tradurre in difficoltà psico-emotive, del comportamento, relazionali o psicosomatici oppure riversarsi su ambiti specifici della vita creando blocchi in quelle aree.
La Psicologia del Secondo Cervello si avvale di una metodologia psicologica che interviene sulle tensioni psico-emotive del Secondo Cervello che sono alla radice delle difficoltà e dei disturbi che l’individuo vive andando così a ripristinare l’equilibrio psicologico ed il benessere psico-fisico”
Per capirne di più siete invitati a partecipare all’incontro informativo, gratuito, che si terrà il giorno Venerdì 5 Giugno presso il Centro Sociale V.Veneto.
Noi e gli altri presentazione veronica 4.5.2015-page0001

Torino: Ostensione della Sacra Sindone

Il Centro  socio culturale V. Veneto di Latina organizza un viaggio a Torino per l’ostensione della “Sacra Sindone” e per la visita  al  “Museo Egizio” per i giorni 11/12/13 giugno.
Per chi è interessato è pregato di prenotarsi presso la sig.ra Marisa Sarno al più presto al n.ro 3403629150. La prenotazione è possibile solo per 10 persone.

Il Presidente
Aldo Pastore

Expo 2015: Esposizione Universale di Milano

Il tema centrale dell’ Expo è :“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” che sarà svolto nei africa3bvari eventi organizzati sia all’interno che all’esterno dello Sito. Expo Milano 2015 sarà l’occasione per riflettere e confrontarsi sui diversi tentativi di trovare soluzioni alla varie necessità alimentari del nostro mondo, dove ci sono persone che muoiono di fame, circa 870 milioni di persone ed altre , invece muoiono perché non sanno alimentarsi in modo corretto, mangiando troppo. Le contraddizioni del nostro mondo!!!
Speriamo che da questi incontri, che si svolgeranno presso l’Expo, scaturisca la soluzione all’annoso  problema della fame del mondo perché i mezzi ci sono, ma sono distribuiti male. Non è dunque una questione di mezzi finanziari, o mancanza di cibo ma di coscienza. L’inaugurazione dell’Expo è iniziata con un grande spettacolo televisivo in mondovisione. Uno dei momenti più suggestivi è stata l’accensione dell’ Albero della Vita”. albero della vitaEsso  è una grande struttura in legno e acciaio, alta 37 metri, situata al centro di Lake Arena, un grande specchio d’acqua. L’opera, realizzata dal Consorzio “Orgoglio Brescia”, è situata al termine del Cardo, una delle principali vie d’accesso al sito.    L’ Albero è di fronte a Palazzo Italia, luogo di rappresentanza dello Stato e del governo italiano. Da un disegno di Michelangelo, (sul finire degli anni trenta del XVI secolo, Michelangelo su incarico del Papa, ideò un pavimento disegnando una struttura simbolica che partendo da un disegno a losanghe termina con una stella a dodici punte che indicano le costellazioni),  Marco Balich, direttore artistico di Padiglione Italia, ha ideato  la forma dell’Albero della Vita, un monumento e punto di richiamo più suggestivo dell’Expo. Cliccando, QUI, la cerimonia della sua accensione con un gioco di luci, acqua, laser, musica. Cliccando QUI, invece, la canzone “La Forza del Sorriso” the song per EXPO 2015, cantata dal grande Andrea Bocelli.
Ed infine l’inno italiano cantato da 180 elementi, il Coro di Santo Ilario di Rovereto, il Coro di Brianza ed il Coro dei piccoli Cantori di Milano con una piccola variazione simbolica dei bambini che la frase finale l’hanno sostituita con “Siamo pronti alla vita”. Cliccate QUI per sentire.

Promozione culturale

Continuano le attività di promozione culturale che contraddistinguono il Centro V. Veneto di Latina, sede di intense iniziative, volte al benessere in toto dei suoi iscritti e di tutti coloro che vogliono beneficiare dei nostri servizi.
Iniziamo con un libro inerente la storia locale con il titolo: “OSPEDALE DI LATINA”

Ospedale di Latina